LIFE10 NAT/IT/000237  Zelkov@zione
“Azioni urgenti per salvare Zelkova sicula dall’estinzione”
                                           

Zelkova sicula è una pianta molto rara a grave rischio di estinzione. Numerosi sono i fattori che ne minacciano la sopravvivenza, fra cui: le dimensioni estremamente ridotte delle due popolazioni conosciute, la perdita di variabilità genetica, i problemi di riproduzione, l’adattamento insufficiente all’habitat attuale, i pesanti disturbi antropici, la mancanza di misure concrete e norme legali di protezione.

Ultime notizie

Nell’ambito delle manifestazioni per la Giornata Internazionale della Biodiversità, si è concluso il 22 maggio 2019 al Parco Proserpina, presso la Riserva Naturale del Lago di Pergusa (Enna), il progetto annuale di Educazione allo Sviluppo Sostenibile “Biodiversità e cambiamenti climatici: riduciamo il nostro impatto!” con la partecipazione di circa 250 alunni delle Scuole di Enna oltre ad insegnanti, genitori e vari ospiti.
Il giorno 15 maggio 2019 due piante di Zelkova sicula, ottenute da colture in vitro presso i laboratori del CNR-IBBR, sono state impiantate nell’Orto Botanico di Palermo, arricchendo l’importante patrimonio botanico della prestigiosa istituzione siciliana. I due esemplari sono stati collocati rispettivamente nella sezione Ulmaceae dei quartini linneani e nella collinetta mediterranea, che ospita una collezione di endemismi originari di tutto il Bacino del Mediterraneo
E' stato pubblicato un articolo sul protocollo di propagazione mediante tecniche in-vitro di Zelkova sicula. Viene descritta la procedura per l'ottenimento di piantine radicate da coltura in-vitro di gemme ascellari e discusse le difficoltà incontrate e gli accorgimenti tecnici messi in atto per il loro superamento.
Pubblicato il volume The Red List of Zelkova. Autori: Kozlowski G., Bétrisey S., Song Y., Fazan L., Garfì G. 2018. Natural History Museum Fribourg, Switzerland.
Partecipazione del Dr. Giuseppe Garfì del CNR-IBBR al 2nd Mediterranean Plant Conservation Week, “Conservation of Mediterranean Plant Diversity: Complementary Approaches and New Perspectives” 12-16 November 2018, La Valetta, MALTA (http://www.medplantsweek.uicnmed.org/public_html/medplantsweek/en/home/). E’ stata presentata una comunicazione dal titolo “An update on translocation activities of the climate relict tree Zelkova sicula (Sicily, Southern Italy)” nell’ambito della Sessione S2 – In situ plant species conservation.
Vigorosa ripresa dopo l’incendio del 10 agosto 2017 nel sito ZS2. Oltre il 95% delle piante di Zelkova sicula danneggiate dal fuoco hanno ricacciato energicamente e sono in pieno accrescimento. Inoltre, l’impatto dell’incendio ha stimolato l’emissione di innumerevoli polloni radicali, che hanno dato origine a nuove piante. Questa straordinaria risposta conferma l’eccezionale resilienza della specie target anche nei confronti di fattori avversi devastanti come l’incendio
Completata la ripulitura dei viali parafuoco nell’area oggetto dell’Azione C.5 (Incremento dell’efficienza ecologica dell’habitat forestale del sito ZS1), nei due siti ZS1 e ZS2 e nel nuovo sito di Bosco Pisano-Manco. E’ stato attivato nel contempo il servizio di sorveglianza anticendio, che è già pienamente operativo dal mese di giugno
Prosegue l’attività di monitoraggio sull’attecchimento e gli accrescimenti delle piante nei nuovi siti di reintroduzione. Le osservazioni confermano il successo dell’intervento: alla data odierna sono andate perdute soltanto 1 pianta a Bosco Pisano-Manco e una a Bosco Ficuzza, quest’ultima estirpata da un cinghiale, che è riuscito a frasi un varco nella recinzione di protezione. Gli accrescimenti sono inaspettatamente cospicui, con medie fra 15 e 20 cm, secondo la località
 Completati anche a Bosco Pisano gli impianti integrativi previsti per il 2017 con la piantagione di altre 19 piantine il giorno 18 dicembre 2017. E’ stato così portato a 45 il numero totale di piante di Zelkova sicula nel sito pilota. Come per i tre ultimi interventi, anche in questo caso le piante sono state ottenute mediante moltiplicazione in-vivo ed in-vitro.
 In prosecuzione alle attività di incremento delle nuove popolazioni dei siti-pilota, il giorno 12 dicembre 2017 è stato effettuato l’impianto di 19 nuove piantine di Zelkova sicula a Bosco Pomieri, portando a 44 il numero totale delle piante. Come per i due ultimi interventi, anche in questo caso le piante sono state ottenute mediante moltiplicazione in-vivo ed in-vitro. Entro fine anno sarà condotta un’ulteriore piantagione a Bosco Pisano.

Si è svolta il 26 Ottobre u.s., presso l'Auditorium del Dipartimento Regionale Ambiente, Beneficiazrio Coordinatore, la conferenza stampa di chiusura del progetto.

Presentati alla stampa gli obiettivi raggiunti e le criticità incontrate nel progetto, condividendo le analisi dei risultati anche con i Progetti LIFE appena conclusi RESILFORMED E PELAGIC BiRD.

Pubblicata sul volume BGCI’s Manual on Planning, Developing and Managing Botanic Gardens (Gratzfeld, J. Ed.), una scheda sul caso-studio di Zelkova sicula e sul progetto Zelkov@zione. Il volume, dedicato al ruolo dei giardini botanici nella conservazione delle specie a rischio di estinzione, riporta i principali risultati conseguiti dal progetto Zelkov@zione, evidenziando il valore di Best Practice delle azioni più significative come la "Colonizzazione Assistita". L'intero volume è scaricabile all'indirizzo: bgci.org/resources/2016-BGCI-botanic-garden-manual.
E stata pubblicata sulla rivista svizzera di botanica Info Flora Plus un'intervista al dr. Giuseppe Garfì, del CNR-IBBR, incentrata sui problemi di conservazione di Zelkova sicula e sulle azioni attuate dal progetto Zelkov@zione per ridurre il rischio di estinzione della specie.